Radar meteo

Mappa dei dati forniti dalla rete dei radar meteo a disposizione del Dipartimento Nazionale di Protezione Civile

 

 

Radar-DPC è la piattaforma del Dipartimento della Protezione Civile che consente di visualizzare, a scala nazionale, sia i fenomeni  in corso sia quelli registrati nelle ultime 24 ore attraverso  l’elaborazione, in tempo reale, di dati grezzi provenienti dalla rete radar nazionale, dalla rete delle stazioni pluviometriche e termometriche, dai dati satellitari e dalla rete di fulminazioni. Alla produzione di questi dati partecipano, insieme al Dipartimento, le Regioni attraverso la Rete dei Centri Funzionali, l’Enav-Ente nazionale per l'assistenza al volo e l’Aeronautica Militare.

Sulla mappa è possibile impostare un prodotto di base scegliendo tra:

  • VMI (Vertical Maximum Intensity) e SRI (Surface Rainfall Intensity) per conoscere le zone dove sono in corso fenomeni di un certo rilievo. I dati si aggiornano ogni 5 minuti;
  • TEMP per visualizzare la mappa delle temperature registrate al suolo dalle stazioni termometriche a terra. Si aggiorna ogni 60 minuti;
  • SRT (Surface Rainfall Total), che rappresenta le cumulate di precipitazioni registrate nelle ultime 1,3,6,12, 24 ore integrando i dati della rete radar con i dati delle  stazioni pluviometriche a terra . Si aggiorna ogni 60 minuti.

A seconda del prodotto scelto varia la legenda in mappa.

L’utente - che può scegliere di visualizzare la mappa anche su uno sfondo scuro (DarkBaseMap) -  può sovrapporre al prodotto impostato altre informazioni, scegliendo tra:

  • DPC - IR (Infrared) 10.8 che rappresenta la copertura nuvolosa attraverso l’elaborazione di un dato satellitare sul canale dell’infrarosso. Si aggiorna ogni 5 minuti;
  • LTG (Lightning) che rappresenta la mappa dei fulmini. Si aggiorna ogni 10 minuti;
  • WIND AMV (Atmospheric Motion Vector) che rappresenta la Direzione e l’intensità del vento in quota attraverso l’elaborazione di un dato satellitare. Si aggiorna ogni 20 minuti;
  • DPC - HRD (Heavy Rain Detection), visualizzabile impostando, come prodotto di base, il VMI o l’SRI, individua le aree dove sono in corso fenomeni di un certo rilievo, classificati secondo un Indice di Severità, e visualizza la loro possibile traiettoria nel brevissimo termine. Si aggiorna ogni 5 minuti.

Spuntando la funzionalità “Radar” è possibile infine verificare dove sono collocati gli apparati e se sono tutti funzionanti.

Tra le funzionalità presenti in questa piattaforma è possibile:

  • ricercare un indirizzo specifico sul territorio nazionale;
  • scaricare i dati relativi al prodotto di base scelto;
  • osservare l'animazione delle immagini acquisite nelle 24 ore.

E’ possibile inoltre attivare o disattivare le notifiche degli aggiornamenti sulla mappa.

A questo link è disponibile la documentazione sulla piattaforma e sui prodotti visualizzabili.

Per approfondire le funzionalità della Piattaforma Radar è disponibile, sul canale youtube di questo Dipartimento, un video tutorial.